Home » » Vertenza Enel: sindacati in Regione

 

Vertenza Enel: sindacati in Regione

CIVITAVECCHIA - Un confronto positivo, quello di questa mattina in Regione Lazio, con gli assessori al Lavoro Claudio Di Berardino e allo Sviluppo economico e Innovazione Gian Paolo Manzella che hanno incontrato i sindacati confederali e di categoria per affrontare le tematiche relative alla vertenza occupazionale legata all'impianto di Torre Nord. I due assessori, la scorsa settimana, hanno infatti raccolto l'allarme lanciato dai lavoratori elettrici in sciopero e presidio contro la prospettiva indicata da Enel di ridurre l'organico della centrale del 30%, in una riorganizzazione che vede coinvolte 97 unità lavorative delle 360 dirette. Domani sarà la volta di Enel chiamata a spiegare e chiarire questo processo di riorganizzazione. Una partita delicata, che si inserisce nel processo di uscita dal carbone che dovrà avvenire, come indicato dal Governo, entro il 31 dicembre 2025. Nel corso dell'incontro di questa mattina i sindacati hanno ribadito come Civitavecchia abbia dato tanto, sotto ogni aspetto, in questi lunghi anni, ospitando oggi una delle centrali più importanti d'Europa; aspetto ribadito anche dagli stessi esponenti della Regione Lazio i quali hanno sottolineato che il territorio non può permettersi ulteriori esuberi. Tanto da garantire il massimo impegno affinché la partita sia chiusa solo dopo un attento confronto ed una discussione con gli attori coinvolti, garantendo un'uscita dal carbone la meno impattante possibile. Anche per non disperdere quando fatto, in termini occupazionali e di sviluppo, proprio sul territorio. Va quindi definito un percorso, che sarà affrontato la prossima settimana al tavolo del lavoro al Pincio ed il 17 giugno al Mise; nel frattempo domani la Regione ha convocato anche Enel. Alla Spa verranno chiesti una serie di chiarimenti sul futuro della centrale, alla luce anche delle dichiarazioni di oggi alla Camera, e sul suo impegno su Civitavecchia.  

Nel corso dell'incontro è stato affrontato anche il tema legato alle possibili ripercussioni sull'indotto, alla luce delle recenti iniziative di Enel sulle manutenzioni. La società, in questi giorni, ha spiegato che non vi sarà alcuna interruzione del servizio e che le gare saranno rilanciate subito e terminate in tempo utile con la scadenza degli attuali contratti. Per Enel, quindi, ci sarà una continuità assoluta tra l’attuale situazione e quella successiva alla stipula dei nuovi contratti.

E sulla vicenda è intervenuta anche Federlazio che si è riunita con le azienda operanti a Tvn, le quali hanno espresso tutte le perplessità della imprenditoria locale. "Il rischio di una flessione nella produzione Enel sul sito di Tvn - hanno spiegato - non fa che aumentare le criticità che le imprese stanno evidenziando già da tempo. In considerazione dei probabili rilevanti cambiamenti in ambito energetico, le aziende del territorio lanciano l’allarme e sottolineano tutte le possibili gravi ripercussioni in termini occupazionali". “Chiederemo alla committenza - ha spiegato il direttore generale di Federlazio Luciano Mocci - un incontro urgente per rappresentare la forte preoccupazione delle imprese locali per quanto si sta delineando. Le aziende chiedono di essere ascoltate, anche in considerazione della professionalità e della disponibilità che da sempre contraddistingue il loro impegno nei confronti dell’Enel”.

(15 May 2019 - Ore 16:18)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi - Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy