Home » » Passaggio ad Acea, critico Grasso

 

Passaggio ad Acea, critico Grasso

Il leader della Svolta: "Grazie al M5S i ricavi del settore idrico passano alla Spa, alla Csp e ai civitavecchiesi restano invece i danni da pagare ai dipendenti. Ognuno dovrà assumersi le proprie responsabilità"

CIVITAVECCHIA - "Un'operazione sciagurata condotta unicamente a danno dei civitavecchiesi". Così il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso definisce il trasferimento dell'idrico ad Acea. "I cinque stelle, quelli che fecero la campagna elettorale per mantenere l'acqua pubblica - ha spiegato - dopo aver già ceduto una parte del servizio con assunzioni un po’ "singolari", stanno definendo un accordo per completare il passaggio entro il primo giugno 2019, quando non ci saranno già più da una settimana. Insomma per 5 anni non hanno avuto il coraggio di trasferire ad Acea una parte del servizio e lo fanno un minuto prima di andarsene".

Grasso entra quindi nel dettaglio, ricordando che "il passaggio del servizio idrico ad Acea è disciplinato dalla Legge (Dlgs 152/2006). La Legge prevede che il servizio passi ad Ato2, trasferendo al nuovo gestore - ha sottolineato - tutti i dipendenti con connessi crediti e debiti di questi ultimi (art. 2112 c.c.). I 112 comuni della Provincia di Roma hanno tutti applicato la Legge. A Civitavecchia, invece, la Csp (per conto del Comune) ha fatto un accordo in deroga alla Legge, per danneggiare Civitavecchia. Lo sciagurato liquidatore di Hcs (quello che rideva al Consiglio comunale e che è già al centro della bufera per i 2 milioni di credito spariti nel nulla), ha letteralmente perseguitato una serie di dipendenti, prendendosi una serie di cause per centinaia di migliaia di euro.
Acea se ne è accorta e ha capito che quelle cause la Hcs (ora Csp) le perderà con risarcimenti danni ingenti da pagare. Da qui l'empasse durata mesi. Fino ad oggi quando si fa un accordo in deroga alla Legge in cui Csp si tiene tutti i contenziosi e pagherà centinaia di migliaia di euro di danni ed Acea si prende invece il servizio con tutti i ricavi. I debiti, insomma, alla Csp - ha aggiunto Grasso - ed al Comune di Civitavecchia i ricavi alla Acea. Questa è l'amministrazione a 5 stelle, che ha favorito tutti i privati possibili a danno dei cittadini di Civitavecchia, a cominciare da Enel, fino alla Sgr di Scaroni che gestirà il patrimonio comunale, per arrivare ad Acea".
Il leader della Svolta promette quindi che, "se mai dovesse attuarsi quest'accordo, la prima cosa che faremo è valutare una azione di responsabilità agli amministratori di Csi. Quei danni se li pagheranno loro. Applichino la Legge e non la eludano con tutto danno dei cittadini. Se Acea vuole i soldi dei civitavecchiesi - ha aggiunto - deve rispettare la Legge ed accollarsi, come previsto dal DLgs 152/2006, tutti i debiti che i loro amici a 5 stelle hanno determinato. Se non è così, sappia Acea  (come abbiamo già spiegato ad Enel) che, tra qualche giorno, ci sarà una amministrazione che, al contrario di quanto avvenuto negli ultimi cinque anni, farà gli interessi dei cittadini". 

E Grasso ne approfitta anche per evidenziare un'altra criticità a cinque stelle, legata ai rifiuti. "Stanno concretizzando i loro sciagurati piani solo ora a poche ore dal voto, pensando che la gente - ha concluso - non abbia il tempo per rendersi conto di quello che hanno combinato. Lo sciagurato progetto di raccolta differenziata esteso a tutta la Città la notte tra il 20/21 maggio, dopo 1820 giorni di amministrazione, a 4 giorni dal voto sarà il disastro gestionale ed economico più grande che la città di Civitavecchia abbia mai subito".

(15 May 2019 - Ore 09:24)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi - Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy