Home » » Parcheggi alla Toscana, ancora elevata la sosta selvaggia

 

Parcheggi alla Toscana, ancora elevata la sosta selvaggia

IL CASO. Cittadini e villeggianti preferiscono l’Aurelia all’area a pagamento: «Una riduzione per i residenti ci sembra giusta»
 

S. MARINELLA – Non ha dato i frutti sperati il progetto voluto dal sindaco Pietro Tidei, di cercare di eliminare i pericoli di sicurezza nel tratto di Aurelia che costeggia la zona denominata La Toscana. Il primo cittadino, infatti, da due settimane ha tentato di riportare ordine lungo la statale, obbligando turisti e villeggianti ad evitare di fermare le auto sulla banchina nei pressi delle spiagge libere ed a mettere le auto presso l’enorme parcheggio creato davanti agli arenili non a pagamento, gestito dalla Multiservizi. Soltanto nel fine weekend si sono viste file chilometriche di automobili parcheggiate lungo l’Aurelia, mentre i posti auto a pagamento erano vuoti. A nulla sono valse le minacce indirizzate agli avventori della spiaggia a rischio multa se continuavano a sostare lungo la statale. Domenica mattina c’erano circa 180 automezzi fermi sull’Aurelia e solo una ventina all’interno del parcheggio. “Abbiamo creato cinquemila posti auto – dice il sindaco Tidei - che hanno avuto adesioni e anche critiche perché i parcheggi sono a pagamento. Ricordo a tutti che nei Comuni limitrofi, il posto auto si paga di più, dunque non si capisce il perché di tante critiche. Non penseranno, i bagnanti, di parcheggiare sulla sabbia, ma allo stesso tempo non si può neppure parcheggiare davanti alla spiaggia de La Toscana perché è molto pericoloso. Le auto sfrecciano a velocità sostenuta e per chi attraversa o fa una inversione a U, le probabilità di essere investiti sono alte. Per cui, abbiamo deciso, d’accordo con l’Anas, di procedere all’elevazione delle contravvenzioni a chi parcheggia ai lati dell’Aurelia. Creare il parcheggio ha dei costi e questi vanno ammortizzati con il ticket”. “Va bene che i parcheggi hanno avuto un costo di creazione – dicono irritati sui social i cittadini - ma essendo Santa Marinella una città turistica, non sarebbe più giusto fare degli sconti ai locali come succede per le terme a Viterbo?  Già paghiamo le tasse che dovrebbero andare anche per coprire le spese dei servizi ai cittadini, parcheggi inclusi, comunque almeno una riduzione per i residenti ci sembra giusta”.

(13 Ago 2019 - Ore 10:13)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi - Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy