Home » » "Il Pd di Cerveteri diffida gli organi regionali: il commissariamento non esiste"

 

"Il Pd di Cerveteri diffida gli organi regionali: il commissariamento non esiste"

CERVETERI - Il segretario del circolo Pd di Cerveteri Maurizio Falconi interviene in merito al paventato commissariamento del partito scandendo a chiare note all'indirizzo degli organi regionali che "Il commissariamento è privo di ogni fondamento".

"Martedì scorso, - spiega Falconi - tramite il nostro avvocato Lorenzo Borrè, abbiamo chiesto chiarimenti ai vertici regionali del partito in ordine alle voci dell'avvenuto commissariamento del Circolo di Cerveteri e ad oggi non abbiamo avuto alcuna conferma del provvedimento che, allo stato, non risulta dunque esistere. E' inoltre singolare che detto provvedimento non sia stato preventivamente notificato e che le uniche notizie, peraltro vaghe e confuse, siano veicolate dai giornali locali. Abbiamo pertanto chiesto, se esistono, tutti gli atti connessi, compresi quelli del relativo procedimento. Siamo curiosi di leggere le carte e soprattutto le motivazioni, perché appare evidente che, rispetto a quanto stabilito dallo Statuto del Partito Democratico, mancano ad oggi i presupposti stabiliti dall'art. 17, non risultano rispettate le obbligatorie procedure di garanzia, non è stato tutelato il costituzionale diritto al contraddittorio con eventuali "accusatori". In altre parole, questo presunto commissariamento non ha alcun fondamentoLa questione del Pd di Cerveteri, come ormai sanno tutti, ruota intorno a due linee politiche, diverse e contrapposte: da una parte i cosiddetti astorriani”, quelli che hanno stretto un patto con Pascucci e che, dopo aver perso il congresso, hanno scelto di abbandonare il partito pur di seguire il nuovo alleato; dall’altra quelli che, pur in condizioni difficilissime, hanno comunque affrontato a testa alta le ultime elezioni con la bandiera del Pd".  

"Ma se avere idee politiche diverse è legittimo - afferma Falconi -  cercare di neutralizzare l'avversario con provvedimenti disciplinari lo è molto meno. In questo senso impressiona constatare come gli avvertimenti dei più facinorosi oggi si stiano traducendo in realtà: dicevano che ci avrebbero schiacciati alle elezioni e che poi si sarebbero ripresi il partito, perché avrebbero trovato il modo di imporre un lungo commissariamento. Resta un mistero secondo quale logica un successo elettorale possa giustificare atti di tale bullismo politico. A questo punto però interessa poco: non avevano fatto i conti con la dignità di chi crede in questo partito e nei suoi principi democratici. Noi siamo il Pd. Loro lo stanno infangando. Noi continueremo a resistere contro ogni prevaricazione ingiusta e illegittima. Adesso ognuno si assuma le proprie responsabilità e si prepari a rispondere delle proprie azioni, compresa la responsabilità politica di aver trascinato il partito in questo vicolo cieco, che rischia di avere ripercussioni sullintero congresso Provinciale se non addirittura di produrre spiacevoli strascichi nella ormai prossima campagna elettorale".

(19 Ott 2017 - Ore 15:34)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy