Home » » Foibe, mozione di FdI per conferire la cittadinanza onoraria ad Egea Haffner

 

Foibe, mozione di FdI per conferire la cittadinanza onoraria ad Egea Haffner

CIVITAVECCHIA – Il circolo territoriale “Giorgio Almirante” Fratelli d’Italia si è riunito ieri pomeriggio davanti al Monumento del Parco Martiri delle Foibe per commemorare il Giorno del Ricordo, onorando il martirio e l’esodo di centinaia di migliaia di Italiani di Istria, Fiume e Dalmazia. Una cerimonia semplice che ha visto la deposizione di un omaggio floreale con la dedica ai martiri ed agli esuli i versi della lirica “Morti senza lacrime”, letti ed interpretati dall’autore Vincenzo Angelo Russo. Il coordinatore del circolo Paolo Iarlori ha ricordato come Civitavecchia abbia un legame profondo con questa dolorosa pagina di storia, molte famiglie di esuli trovarono infatti accoglienza proprio nella nostra città, nell’immediato secondo dopoguerra, in particolare nei quartieri De Sanctis e Casermette. Civitavecchia è stata tra le prime città in Italia a dedicare ai martiri delle Foibe un Parco nel 2004, quasi contemporaneamente alla approvazione della legge 92/2004 che ha istituito il Giorno del Ricordo. Nella circostanza FdI ha ribadito soddisfazione ed apprezzamento per la delibera con la quale la giunta Tedesco ha intitolato l’anfiteatro del Parco Martiri delle Foibe alla memoria di Norma Cossetto, giovane istriana barbaramente trucidata ed infoibata per essere rimasta fedele all’Italia e per essersi rifiutata di collaborare con le truppe slave titine. La targa, come proposto dal locale Comitato 10 febbraio, posizionata il prossimo 17 maggio in occasione del centenario dalla nascita di Norma. Nell’ambito della celebrazione della Giornata del Ricordo il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Roberta Morbidelli ha preannunciato che, unitamente alla capogruppo Simona Galizia presenterà nei prossimi giorni, su indicazione del coordinamento locale del Partito, una mozione per conferire la cittadinanza onoraria di Civitavecchia ad Egea Haffner, la celebre bambina fotografata con la  valigia con scritto “esule giuliana” ed il numero “30004”, numero degli esuli della sola città di Pola, donna simbolo dell’Esodo istriano-fiumano-dalmata, testimone vivente delle atrocità perpetrate in quelle terre.

(11 Feb 2020 - Ore 16:46)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio - Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy