Home » » Dehors, Insieme per il Lazio: "Scandalo a Cinque stelle"

 

Dehors, Insieme per il Lazio: "Scandalo a Cinque stelle"

Il circolo locale del partito commenta il consiglio comunale di questa mattina indicando la maggioranza come colpevole della sospensione e puntando il dito contro Ceccarelli: "l’importanza dell’argomento merita di essere discusso al di là dei tempi imposti dalle motivazioni personali dell’assessore"

CIVITAVECCHIA - “Scandaloso che coloro che fanno della legalità e della sensibilità al cittadino il proprio cavallo di battaglia, si comportino come la peggior politica”. Lo dichiara il circolo locale di Insieme per il Lazio che commenta quanto avvenuto nel consiglio comunale di questa mattina accusando la maggioranza pentastellata di “reiterazione delle negatività richiedendo, questa volta, la variazione della trattazione degli argomenti all’ordine del giorno stabiliti in conferenza dei capigruppo, a causa di impegni dell’assessore Ceccarelli che avrebbe dovuto relazionare e spiegare i contenuti dell’ultimo punto e favorire l’esaustivo dibattito in aula finalizzato alla conclusione dell’iter deliberativo riguardante la vicenda dei Dehors e il relativo regolamento”.

Insieme per il Lazio incalza ricordando che Ceccarelli “è retribuito con i soldi dei cittadini e che l’importanza dell’argomento Dehors merita di essere discusso con la massima lucidità nell’ambito di un sereno confronto al di là dei tempi imposti dalle motivazioni personali dell’assessore – proseguono dal partito - per questo la minoranza ha espresso la sua contrarietà al provvedimento dichiarando che in assenza del ritiro della proposta avrebbe abbandonato i banchi del consiglio e nonostante questo la maggioranza, fregandosene della ragionevolezza dell’invito, ha messo a votazione l’inversione dell’odg, ponendo fine, di fatto, al consiglio comunale peraltro “orfano” della dimissionaria Riccetti”.

Il circolo locale del partito individua nel sindaco Cozzolino e nella maggioranza i colpevoli.

“Il senso di responsabilità politica, avrebbe dovuto primeggiare e, il nostro consigliere comunale Patrizio Scilipoti, era pronto a favorire comunque la conclusione dell’iter, pur di sboccare una situazione che si trascina da tanti anni e che ha provocato “morti e feriti” in un settore tanto importante come quello della ristorazione e della somministrazione al pubblico. Un iter condotto da subito malamente dall’ex assessore Pantanelli e con troppa poca incisività e lungimiranza dall’attuale assessore Ceccarelli – concludono da Insieme per il Lazio - con la colpevole inerzia del Sindaco che, come minimo, non ha saputo valutare la bontà delle proprie azioni nella scelta degli assessori al settore Lavori pubblici che si sono succeduti e che hanno danneggiato gli operatori economici della Città, responsabilità che non gli potrà mai essere perdonata”.

(18 Ott 2017 - Ore 12:23)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy