Home » » ''Aumenti Tari, i nostri  suggerimenti inascoltati''

 

''Aumenti Tari, i nostri  suggerimenti inascoltati''

BOLLETTE. Lorenzo Casella (Pcv) attacca l’amministrazione

S. MARINELLA – “Sono arrivati i bollettini per pagare la tassa sui rifiuti e molti i cittadini sono arrabbiati per l’entità inattesa degli aumenti. Purtroppo molti di loro avevano creduto alle bugie del Sindaco e della maggioranza che annunciavano aumenti minimi senza considerare che, prima o poi, la verità avrebbe pesato concretamente sulle nostre tasche”. A parlare è il leader della lista civica Il Paese che Vorrei Lorenzo Casella. “Quest’anno – continua il consigliere civico - nel bollettino che paghiamo per il 2019, è inserito un costo aggiuntivo relativo agli ultimi mesi del 2018, anno in cui le entrate non sono state sufficienti a coprire il costo del servizio. Inoltre, sulla tassa, gravano gli aumenti di spesa per il conferimento dei rifiuti presso i centri di raccolta e il costo relativo al contratto Gesam, per un servizio che, nonostante le inadempienze più volte rilevate, continua indisturbato a pesare sui nostri bilanci familiari. Alcuni servizi sono stati soppressi, la città non è pulita, troviamo sacchetti di immondizia abbandonati, la raccolta è approssimativa e spesso tutt’altro che differenziata, eppure i compensi per l’azienda, che dovrebbe occuparsi di tutto questo, rimangono inalterati, anzi sono destinati ad aumentare dal prossimo autunno”. Casella fa sapere che le osservazioni e i suggerimenti da lui portati in commissione e in consiglio comunale sono rimaste inascoltate dalla maggioranza. Osservazioni che portavano a galla alcune incongruenze come, ad esempio, gli elenchi dei contribuenti che erano incompleti, per cui ad alcuni cittadini non arrivava il bollettino da pagare e il costo che spetterebbe loro veniva a gravare su tutti gli altri, non tutti gli esercizi commerciali pagano la Tari sulla effettiva superficie occupata, e così, in mancanza di controlli, l’importo per ogni metro quadrato non dichiarato viene anch’esso spalmato su tutti gli altri contribuenti. “Non si fanno i controlli sulla base imponibile – spiega Casella - non si fanno controlli sull’azienda che raccoglie i rifiuti e quindi non si discute il costo per il servizio, non si riscuotono i compensi Conai per i materiali conferiti ai centri di raccolta. Tutto questo si trasforma in aumenti dei costi e in una distribuzione iniqua sui contribuenti. Io ho sollevato e discusso ciascuno di questi punti in commissione e li ho ribaditi in consiglio comunale. Il Paese che vorrei ha cercato di fare pressione attraverso post e comunicati. Nulla è servito. Allora, quando ancora si poteva intervenire, la maggioranza ha preferito ignorare ogni suggerimento e procedere per la sua strada”. “A questo punto – conclude Casella - anche chi ha creduto alle false promesse, può toccare con mano come stanno realmente le cose e contribuire alle battaglie di chi vorrebbe un’amministrazione più sana, capace e giusta per la propria città”.

(25 Ago 2019 - Ore 07:33)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi - Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy